5 luoghi nascosti in Cornovaglia

di Silvia Corrà

Sei un cacciatore di posti insoliti?

Ti piace “perderti” fuori dalle rotte turistiche principali?

Allora dai un’occhiata a questo articolo, in cui consiglio 5 luoghi nascosti in Cornovaglia che ho scovato per te.

Buona esplorazione!

 

5 luoghi nascosti in Cornovaglia

 

5 luoghi nascosti in Cornovaglia: Lanyon Quoit

Il Lanyon Quoit è un megalite risalente al Neolitico. Si trova a ovest della regione, non distante da Penzance. Formato da un lastrone in pietra che poggia su tre gambe, oggi lo vediamo diverso da come sarebbe stato in origine.

Sembra che fossero quattro le pietre a sostenerlo, alte talmente tanto che un fante a cavallo avrebbe potuto passarci sotto. Nel 1815, però, una violenta tempesta lo fece crollare. Per ovviare al problema, 9 anni dopo venne ricostruito con le tre “gambe” tagliate a circa un metro e cinquanta.

La sua funzione antica non è mai stata davvero chiara. Alcuni studiosi affermano che fosse l’entrata a un grande tumulo, mentre altri gli attribuiscono funzioni rituali. A differenza di ora, comunque, tutti concordano che originariamente fosse allineato con i punti cardinali.

La brughiera dove sorge il Lanyon Quoit è piuttosto ricca di resti monumentali di questo tipo. A pochi passi da qui trova infatti posto anche il cosiddetto Mên-An-Tol. Un complesso che avrebbe dovuto far parte anticamente di un cerchio di pietre. La pietra forata è quella che rimane di molto interessante; sembra le fossero attribuite capacità curative grazie a riti che vi venivano svolti.

L’accesso a entrambi i siti è totalmente gratuito.

5.luoghi.nascosti.in.cornovaglia

Lanyon Quoit

5 luoghi nascosti in Cornovaglia: il villaggio di Carn Euny

Il villaggio di Carn Euny, risalente all’Età del Ferro, è uno degli insediamenti antichi meglio preservati in tutto il Regno Unito. Si trova nella zona di Sancreed, poco lontano da Penzance e dallo stesso Lanyon Quoit.

Al suo centro è ancora oggi possibile visitare il tradizionale fogou. Si tratta di una camera circolare sotterranea, tipica solo di questa parte occidentale della Cornovaglia. Anche in questo caso, le reali funzioni del fogou sono sconosciute. Alcune teorie vogliono che fosse semplicemente uno spazio in cui conservare il cibo, come una cantina. Altre ritengono che fosse una camera mortuaria. Le più affascinanti, però, suggeriscono che si trattasse di un santuario per gli spiriti adorati dagli antichi minatori della zona.

Il villaggio è gestito dalla English Heritage. L’ingresso è libero durante le ore di luce.

Resti visibili del villaggio di Carn Euny

All’interno del fogou

5 luoghi nascosti in Cornovaglia: Restormel Castle

A qualche minuto di auto da Lostwithiel, nel nord-est della Cornovaglia, si trova Restormel Castle. E’ appollaiato su una collina da cui si gode una vista incredibile sulla verdissima campagna cornica.

Pensato per essere una fortezza più che una dimora, venne costruito attorno al 1100 d.C. nella sua curiosa forma circolare. Fu proprietà dei duchi di Cornovaglia dal 1337 e vide una sola breve battaglia nel 1644, quando durante la guerra civile inglese i Realisti attaccarono i Parlamentari alle porte del castello. Questi ultimi vinsero facilmente lo scontro e la fortezza rimase la loro base. Circa un secolo dopo venne completamente abbandonata e cadde in rovina.

Oggi questo luogo di memorie e ampi paesaggi è gestito dalla English Heritage.

Per informazioni e costi del biglietto d’entrata, consulta il sito ufficiale qui.

5 luoghi nascosti in Cornovaglia: Gwennap Pit

Nei pressi di Redruth, nella località di Busveal, si incontra un piccolo anfiteatro naturale che fu di estrema importanza per la diffusione di un ramo del protestantesimo.

Nel 1762, infatti, il padre del metodismo John Wesley venne qui a predicare i suoi dogmi, tornandoci per altre diciotto volte fino alla sua morte, nel 1791. Wesley ebbe enorme seguito soprattutto tra le famiglie di minatori, ovvero la stragrande maggioranza degli abitanti del luogo.

Nel 1806 la conca naturale venne modellata in onore del predicatore, con la realizzazione di circa 1500 posti a sedere. L’acustica all’interno dell’anfiteatro è eccezionale.

Ricoperto completamente di erba, Gwennap Pit è un sito davvero suggestivo, significato religioso o meno.

L’entrata è libera e all’interno del recinto si possono trovare alcuni interessanti spiegazioni sulla storia del posto e di John Wesley.

5 luoghi nascosti in Cornovaglia: Carnglaze Caverns

Tre grandi caverne scavate circa trecento anni fa, all’interno della roccia, per l’estrazione dell’ardesia. Si trovano nei pressi di Liskeard, raggiungibili tramite una stradina che si snoda all’interno di una stretta valle.

La visita nel sottosuolo racconta la storia di questa attività, ma non solo: è fantastico il colpo d’occhio mentre ci si addentra in queste immense caverne. Particolarmente suggestive sono le due piscine di acqua che si sono formate dopo il loro abbandono. Per un insieme di motivi totalmente naturali, l’acqua appare di un intenso colore blu alla luce dei faretti.

Le caverne sono aperte al pubblico per visite autonome, ma è curioso sapere che all’interno vengono organizzati anche concerti e matrimoni.

All’esterno, il sito è circondato da un parco in cui i visitatori sono invitati a passeggiare. Fate e folletti abitano il sottobosco; esso splende di colori incredibili soprattutto durante i primi giorni di maggio, con la fioritura dei bluebells.

L’ingresso alle Carnglaze Caverns avviene solo con prenotazione online, sul sito ufficiale. Clicca qui.

5.luoghi.nascosti.in.cornovaglia

La discesa verso il cuore delle Carnglaze Caverns

5.luoghi.nascosti.in.cornovaglia

La piscina più grande dall’apparente colore blu

Spero di aver acceso la tua curiosità raccontando questi luoghi nascosti! Ha bisogno di altre informazioni? Scrivimi nei commenti.

Ma se cerchi qualche meta più tradizionale in Cornovaglia, non perderti gli articoli in questo blog: Cosa visitare in Cornovaglia parte 1 e parte 2.

segui.instagram

Segui!

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Chi sono

Ciao! Sono Silvia, appassionata della Cornovaglia dal 2018 e Travel Designer certificata.

Viaggio in Cornovaglia nasce con l’ambizioso progetto di essere il primo blog in italiano dedicato esclusivamente alla Cornovaglia.

Iscriviti alla newsletter!

Tanti consigli per conoscere la Cornovaglia in modo autentico, provati sulla mia stessa pelle di viaggiatrice!
Modulo newsletter - widget

Seguimi su Facebook

Cosa ti piacerebbe fare?

Visitare

Scoprire

Sapere

Camminare

Esplorare

Dove dormire & mangiare

Hai domande o considerazioni? Lascia un commento!

0 commenti

Trackback/Pingback

  1. Cosa visitare in Cornovaglia (Parte 1) - Viaggio in Cornovaglia - […] Qui ho raccolto i siti cornici più turistici e conosciuti dai viaggiatori di tutto il mondo. Se invece sei…
  2. I luoghi di Re Artù in Cornovaglia - Viaggio in Cornovaglia - […] St Nectan’s Glen è entrato di diritto nella lista delle chicche nascoste da visitare in Cornovaglia. Vuoi sapere quali…

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *